Giovanni Pascoli nello specchio delle sue carte
home » Strumenti » I Percorsi » Giovanni Pascoli fotografo » Momenti di vita a Castelvecchio

Giovanni Pascoli fotografo

Momenti di vita a Castelvecchio

Molte foto, pur non avendo didascalie, sono riferibili a Caprona e a Castelvecchio, con la casa, i campi, le passeggiate nei dintorni: esse ci mostrano un Pascoli sempre molto sorridente, allegro, conviviale, spesso in compagnia di visitatori amici.

Lo vediamo nella foto che rappresenta Giacomo Puccini con il suo librettista Guelfo Civinini sull’altana di Casa Pascoli. Sul retro si legge: “Puccini e Guelfo Civinini sull'altana. Istantanea presa da Giovannino nel1910”.

Uno dei personaggi più interessanti e più fotografati di Castelvecchio è sicuramente il famoso “Zi’ Meo”, che per Pascoli era una fonte importantissima di informazioni e di ispirazione. Una foto ritrae Meo mentre sta cantando, con il tipico atteggiamento del cantore popolare che porge la sua canzone; in un’altra lo si vede, fotografato dal poeta, con sullo sfondo un campo di grano: di nuovo la tipica foto del dilettante, con la faccia che resta in ombra, ma il personaggio è ritratto nel suo ambiente.

Alcune foto ci mostrano un Pascoli con interessi documentari di tipo etnografico, un interesse che di solito si riscontra in epoca più tarda, a partire dagli anni Venti del Novecento, mentre all'inizio del secolo è più raro.

Si tratta, quasi sempre, di istantanee scattate a Castelvecchio, che, pur nella loro imperfezione tecnica, riescono a trasmetterci un'impressione molto forte, quasi di immagine in movimento.

Esse testimoniano soprattutto i lavori agricoli, come la ramatura delle viti, la trebbiatura, l'aratura, la mietitura, una contadina che porta la “vassoia” sulla testa (anche qui, se osserviamo lo sfondo, ci accorgiamo che è stata scattata nello stesso giorno delle foto della mietitura e della trebbiatura, di nuovo si tratta di una sequenza).

Indice


Galleria fotografica

Multimedia

Sul colle di Caprona

Documentario realizzato da Milvio Sainati in occasione del centenario della morte di Giovanni Pascoli (6 aprile 1912 - 6 aprile 2012)